Chi siamo

Libre Art Gallery nasce nel dicembre 2015 dalla volontà dei suoi ideatori, Francisco Yepes Barrera e Iva Recchia, di dar vita a Verona ad una galleria d'arte un po' fuori dagli schemi.

La scelta del nome Libre (dallo spagnolo, Libertà) identifica subito l'essenza stessa dell'arte: la libertà di espressione, la libertà di linguaggio, la libertà di intenti, di mezzi, di volontà.

L'Arte è principalmente una libertà mentale che eleva il pensiero umano trasformandolo in Poesia materializzata. Eleva l'umano in un atto creativo che è ascensione nella ricerca di ciò che apparentemente è inafferrabile.

Partendo da questo presupposto L.A.G. (Libre Art Gallery), non poteva fermarsi al puro intento espositivo e promozionale di opere d'arte.

Ecco perché Libre Art è una galleria d'arte, ma non solo. E' uno spazio fisico che ospita iniziative, articolate in varie direzioni, atte a tradurre in libertà mentale ciò che trova vita al suo interno. Laboratori nell'ambito delle discipline legate alle arti visive (pittura, disegno, mosaico, fotografia, incisione, ecc.), ma anche, grazie al concetto di Libertà di cui si fa voce, iniziative di promozione editoriale, sfilate di moda, corsi di tango, di scrittura creativa, di musica, teatro e quant'altro.

L'obbiettivo è quello di rendere la galleria d'arte, solitamente un luogo frequentato da pochi estimatori, un ambiente vivo ed articolato atto ad ospitare persone che abitualmente non frequenterebbero un'esposizione d'arte.

Ma la Libertà più grande della Libre Art Gallery è quella di andare contro corrente. Spesso le gallerie, per esigenza di mercato, selezionano un filone artistico ben preciso su cui concentrare il proprio operato: artisti appartenenti ad un definito periodo storico, ad una zona geografica, ad una ricerca artistica.

LAG vuole dare voce a chi ne ha senza suggerirgli le parole da pronunciare.

Desidera occuparsi di vari generi, filoni, ricerche; di artisti giovani e sconosciuti, ma anche di quelli collaudati. Inoltre desidera includere chi non appartiene né a l'uno, né all'altro di questi gruppi: di artisti chi non hanno avuto un 'occasione nonostante l'alto livello artistico del proprio lavoro.

Vuole trattare varie espressioni, discipline artistiche senza preconcetti, avendo prima visto e ascoltato ciò che l'artista offre. Tenendo gli occhi ben aperti, con insaziabile curiosità.

Un unico filtro in effetti c'è: ed è la Qualità. La cosa più ovvia, la meno applicata nel mercato dell'arte.