Roberto Lucchi

Poliedrico artista: scultore, pittore, disegnatore. Alla ricerca costante di inserirsi tra le pieghe più calde della società per smuovere le coscienze.

Il suo avvicinamento all’arte avviene in età già matura. Frequenta la Scuola d’Arte Paolo Brenzoni di sant’Ambrogio (VR), vincendo più volte il premio di fine anno accademico aggiudicato da una commissione di artisti professionisti.

Lucchi, oltre che occuparsi di scultura si dedica anche al disegno. In questa disciplina ha messo a punto una metodologia personalissima nella tecnica dei pastelli ad olio. In un suo scritto si legge:

Per me disegnare significa inventare qualcosa che non esiste nella realtà. Osservare con il proprio animo, con la propria fantasia. Trasfigurare la realtà, non fermarsi a ciò che l’occhio vede. Il reale è dentro di noi.